Il magico est europeo

La magia, la musica e la poesia dell’Est Europeo


Cosa faremo:

  • Visite guidate a Budapest, Bratislava, Praga, Vienna, Dresden, Erfurt, Berlino ….
  • Visite guidate dei borghi e dei luoghi inseriti nel programma, opzioni escluse.
  • Degustazione di birra a Praga
  • Assisteremo a spettacoli di musica e/o danza
  • Pernotteremo sempre in hotel molto bene localizzati
  • Viaggerete sempre con mezzi privati
  • Avrete a disposizione un accompagnatore per tutto il periodo.

Giorno 1 Budapest, arrivo

Arrivo all’aeroporto o alla stazione di Budapest, incontro con la guida e trasferimento in hotel. Dipendendo dall’orario di arrivo potremo fare una prima camminata fin sul Ponte dele Catene, o cenare. Pernottamento.


Giorno 2 Budapest

Dopo la colazione partiamo con il nostro bus privato per un tour panoramico della capitale ungherese, perla sulle rive del Danubio. La città è divisa in due parti “Buda”, dove si trovano le ambasciate, le residenze, dell’alta società e il centro storico, e “Pest”, la parte più moderna, dove troviamo la maggior parte dei negozi e centri commerciali.

Visiteremo i punti più belli del nostro tour iniziando dal Buda e dal Bastione dei Pescatori (biglietto incluso), la Chiesa di Mattia (biglietto incluso), il Castello di Buda (incluso). Ritornando a Pest, visiteremo la Basilica di Santo Stefano, sosteremo in Boulevar Andrassy, ​​considerato uno dei 10 viali più belli nel mondo, dove avremo tempo per pranzare in uno dei molti ristoranti della zona.

Termineremo nel pomeriggio con la Praça dos Herois, patrimonio dell’Unesco e il maestoso Palazzo del Parlamento.

Nel tardo pomeriggio, o in serata abbinato alla cena, una gita sul Danubio non è in discussione. Pernottamento.


Giorno 3 Il Palazzo di Godollo e il borgo di Sant’Andrea

Seguiamo il corso del Danubio verso nord raggiungendo la panoramica ansa del fiume che un tempo era il Limes romano( confine dell’Impero). Tra le scenografiche città che incontriamo ci fermeremo a visitar Szentendre, uno dei centri più turistici più belli dei dintorni di Budapest.

Anche conosciuto come il borgo di artisti, un luogo dove arte e artigianato la fanno da padroni lungo vicoli e piazzette. Un paesino piacevole dove la camminata a ritmo sostenuto di Budapest cede il passo a un incedere più lento in un tripudio di negozi, ristorantini e preziose caffetterie poste all’interno di edifici barocchi fanno da contorno a deliziose stradine acciottolate. 

Il tempo scorre lento e fra una libreria, il Museo di Marzapane e negozi di artigianato arriviamo all’ora del pranzo.

Nel pomeriggio attraversiamo il Danubio per andare a visitare il Castello di Godollo, il palazzo Reale preferito dalla Principessa Sissi.

Questo palazzo, il secondo castello barocco più grande al mondo, è stato costruito all’inizio del diciottesimo secolo e solo più tardi, nel 1867, passò in mano della corona durante l’impero austro – ungarico, divenne la residenza estiva preferita dai reali.

Il giardino sul fronte settentrionale, la facciata principale con i suoi cosiddetti bastioni e le passerelle italiane sono stati ricostruiti con autenticità storica nel 1998. Il palazzo ospita una mostra permanente e diverse mostre temporanee. I 26 ettari di parco inglese, aperto al pubblico, sono stati dichiarati riserva naturale nel 1998.

Nel tardo pomeriggio rientro a Budapest. Pernottamento.


Giorno 4 In viaggio da Budapest a Bratislava e Vienna

Mattina dopo colazione, lasciamo la capitale ungherese per trasferirci a Vienna. Durante il viaggio ci fermeremo a visitare Bratislava. Pranzo e poi passeggia per le vie del centro storico, e non stupirti di sentirti osservato, infatti negli angoli più inaspettati troveremo i 10 famosi guardiani di bronzo della città; che ci osservano con curiosità.

Alcuni rappresentano personaggi famosi come il barone Munchausen e lo scrittore di favole H.C. Andersen, altri simboli dei secoli passati.

Nel tardo pomeriggio proseguiamo il viaggio per arrivare a Vienna e sistemarci in hotel.
Di notte faremo una passeggiata per le strade di Vienna, la città dove hanno vissuto i più grandi musicisti classici  dal mondo, come Strauss, Brahms, Mozart e Liszt, e possiamo fermarci in uno dei famosi caffè di Vienna, dove potrete gustare le specialità della città ascoltando musica dal vivo.


Giorno 5 Vienna

Vienna, la città imperiale per definizione in Europa, la capitale reale dell’impero asburgico, con i suoi magnifici palazzi e i suoi grandi viali. Ma Vienna è molto di più del suo glorioso passato, è anche una città proiettata al futuro, con un vivace patrimonio artistico e culturale e un’altissima qualità della vita, una della capitali più belle ed interessanti d’Europa.

E quindi partiamo per la nostra prima giornata di visita partendo, in pullman, dalla Ringstrasse, l’anello stradale lungo più di 5 chilometri, fatto costruire dall’Imperatore Francesco Giuseppe nel 1857 e che circonda la città costudendo sontuosi Palazzi Pubblici e monumenti come l’Opera, il Museo delle Belle Arti, il Monumento a Maria Teresa, il Parlamento, il Teatro Nazionale, Il Municipio e una infinità di Palazzi Privati che le famiglie nobili viennesi si affrettarono a costruire lungo la Reale Via.

Dopo pranzo, nel pomeriggio faremo visita al Palazzo del Belvedere considerato uno dei palazzi barocchi più belli del mondo. Fu costruito per il principe Eugenio di Savoia nel 1714. Prima ci fu il Belvedere Inferiore (la residenza estiva del principe), poi venne costruito anche quello Superiore, utilizzato per le feste e i banchetti di corte. Tra i due un bellissimo giardino alla francese. Alla morte del principe il palazzo venne comprato dagli Asburgo e divenne un’altra residenza ufficiale. Il Belvedere Superiore oggi ospita una ricchissima collezione d’arte (che include il famoso Bacio di Klimt– di fatto è la più grande collezione al mondo di quadri dell’artista, ce ne sono ben 24). Nel Belvedere Inferiore si possono invece visitare gli appartamenti privati e le sale da cerimonia del principe, tutto in stile barocco naturalmente. 

Rientro in hotel pronti per una serata di gala, assistere ad un concerto classico in uno dei prestigiosi Teatri di Vienna.


Giorno 6 Vienna

Oggi ci dedichiamo alla città vecchia, a piedi e iniziamo dal quartiere ebraico, poi la Piazza Freyung, l’orologio Anker in una delle più antiche piazze viennesi e il Parco del Municipio, Heldenplaz, il quartiere Bermudadreieck, dove potremo sostare per un giro fra i negozi e pranzare prima di continuare il pomeriggio visitando l’Albertina, splendido Museo in una splendida piazza, e infine l’Hoffburg, il Maestoso ed elegantissimo Palazzo Imperiale.

La sera, elegantissimi andiamo a cenare al Marchfelderhof per una notte da ricordare. Pernottamento


Giorno 7 Vienna

 Ultima giornata a Vienna, e la dedichiamo al Palazzo di Schonburg, una delle più belle costruzioni barocche in Europa. Proprietà degli Asburgo dal 1569, la moglie di Ferdinando II, Eleonora Gonzaga, nel 1642 vi fece costruire una residenza nobiliare e la battezzò col nome di “Schönbrunn”. Iniziata a costruire nel 1696, dopo l’assedio turco, la reggia con giardino subì radicali modifiche dopo il 1743, al tempo di Maria Teresa d’Austria. La Reggia è oggi parte del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO, in virtù del suo valore storico, della posizione unica e dei fastosi arredi.  

Oltre alla Reggia, il Parco, il Dedalo, imponente labirinto e la Gloriette, una costruzione su una collinetta da cui si gode di un panorama unico della città.

Pomeriggio libero con il suggerimento di una gita in barca sul Danubio e una sosta cafe più sacker torta in uno dei tanti cafe concerto sparsi per la città, un intermezzo gradevole, o ancora passeggiare nello splendido Museum Quarter. Pernottamento


Giorno 8 In viaggio da Vienna a Cesky Krumlov e Praga

                                                                             

Dopo la colazione, un saluto a Vienna e partenza per Praga e  capitale della Repubblica Ceca.  Sosta a Cesky Krumlov, il cui intero centro storico medioevale è Patrimonio Unesco. Passeggiando tra i pittoreschi vicoli si respira la storia del luogo: ponti, edifici, chiese, monasteri. Tutto perfettamente conservato e ben curato. Non mancano ristoranti, negozi di souvenir e botteghe di artigianato locale.

Terminata la visita del centro storico, inizieremo quella del castello. Considerate le modeste dimensioni della città, il Castello di Cesky Krumlov è insolitamente grande. E’ infatti il secondo più grande della Repubblica Ceca, dopo il Castello di Praga. Dalla cima del Castello, il panorama è di quelli mozzafiato!

Pranzo libero e proseguimento fino a Praga, dove arriveremo nel tardo pomeriggio, sistemazione in hotel.

La nostra prima sera a Praga la passiamo passeggia per il centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità, ricco di edifici del XII secolo e dell’orologio astronomico più famoso del mondo. Praga è stata la prima città ad essere chiamata   Metropoli dal latino  “mater urbium”, che significa “madre delle città”. Pernottamento


Giorno 9 Praga

Iniziamo la mattinata con un tour della della capitale della Boemia, una delle città più antiche d’Europa e molto amata dai giovani per la sua atmosfera magica e la qualità della vita notturna e della birra!
Durante il tour faremo alcune soste per visitare i luoghi storici più interessanti  come Piazza Venceslao, il Teatro Nazionale e il Quartiere del Castello di Praga, la famosa Piazza della Città Vecchia con il suo orologio  astronomico, la chiesa gotica di Nostra Signora di Tyn e il famoso Ponte Carlo, il punto più visitato della città, fondato da Carlo IV nel 1357. 

Tempo libero per il pranzo e poi visita alla Chiesa di  Loreto, una delle più visitate della Boemia, ospita i Santuari del Tesoro della Camera, il cui più grande gioiello è il Sole di Praga, un’opera d’arte inestimabile.
Termineremo il nostro tour con la visita della  Chiesa  di San  Nicolas, dal famoso Gesù Bambino di Praga.              

Le serate di Praga non sono mai banali e quindi lasciatevi sorprendere. Pernottamento  


Giorno 10 Karlovy Vary

Gita di un giorno per visitare Karlovy Vary, città termale ai confini con la Germania, con ben 12 sorgenti di acque termali attive. La leggenda narra che sia stata fondata dall’imperatore Carlo IV di Lussemburgo nel 1370. Passeggeremo per le vie del centro storico bevendo l’acqua termale delle sorgenti all’ombra degli enormi colonnati che circondano le piazze. Non può mancare una visita alla vetreria della Boemia e assaggiare le famose Cialde Termali e il liquore  Becherovka che è considerata la tredicesima fonte della città.

Nel pomeriggio rientro a Praga e la sera gita in barca sulla Moldova.


Giorno 11 Praga

Seconda giornata a Praga, una giornata da vivere lentamente, assaporando l’atmosfera della città, visitare il castello di Praga visitando i palazzi storici, ufficiali ed ecclesiastici, le fortificazioni, i giardini ed altri luoghi pittoreschi che costituiscono il complesso del castello.

E poi attraversare il Ponte Carlo, fare molte foto, salire sulla Torre delle Polveri, visitare il quartiere con il muro di John Lennon, passeggiare su Via Celetná e Via Karlova e visitare lo spettacolare Clementinum o Klementinum.

Il Clementium, a due passi dal Ponte Carlo, nel cuore di Praga è un vasto complesso di edifici che occupa oltre due ettari, visitarlo è un affascinante viaggio nel tempo, tra sale decorate con bellissimi affreschi, specchi e mappamondi di valore storico. Costruito tra la metà del XVI secolo e la metà del XVIII secolo come collegio gesuita, è oggi sede di concerti e mostre nonché della biblioteca nazionale.

Potete salire sulla Torre astronomica del Clementinum che non va confusa con la Torre del Municipio Vecchio e il suo celeberrimo orologio astronomico, ma anche da qui potete godere di un’eccezionale vista sul centro di Praga.

E a Praga non può mancare il Museo della Birra, per approfondire le conoscenze sulla spumeggiante bevanda, gustare ottime birre ceche in una suggestiva taverna e fare incetta di souvenir a tema. Perfetta visita di fine giornata e inizio serata, non vi pare? Pernottamento.


Giorno 12 In viaggio da Praga a Dresda e Erfurt

Colazione e partenza per Dresda, una delle città più belle della Germania, sulle rive del fiume Elba, chiamato anche “Firenze sull’Elba”, razie alla sua posizione idilliaca sulle sponde del fiume, ai suoi biergarten e ai suoi ottimi esempi di architettura barocca e di musei di classe mondiale.

Gravemente danneggiato dai bombardamenti dell’aeronautica alleata durante la seconda guerra mondiale,  oggi la città ha recuperato la sua antica bellezza architettonica. Da segnalare il gioiello barocco di Zwinger, la Semper Opera e la Chiesa di Corte.

Tempo libero per il pranzo e per una bella passeggiata sulla splendida Bruhlshe Terrasse, una terrazza sul fiume e  poi proseguimento fino a Erfurt, capitale della Turingia.  Arrivo a fine giornata e sistemazione in hotel. Pernottamento.


Giorno 13 Erfurt

Capitale della Turingia, questa splendida cittadina di poco più di 200.000 abitanti è uno dei centri medievali meglio conservati in Germania. Essendo stata poco bombardata durante l’ultima guerra, anche grazie ad alcune ristrutturazioni che negli anni hanno cercato di mantenere lo stile architettonico originale, Erfurt appare un vero e proprio gioiello.

Nell’antichità Erfurt era sulla rotta che portava i mercanti dalla Russia all’Europa Occidentale attraverso la Via Regia che partiva a Kiev e arrivava a Santiago de Compostela. Spesso definita, assieme al contesto naturale della Turingia, i più bei mille anni della Germania.

A Erfurt il bello è perdersi fra le sue stradine, ma lo faremo dopo aver visitato Il Domberg, ovvero la collina del Duomo, il luogo simbolo di Erfurt. Qui potremo ammirare un impressionante gruppo architettonico che comprende il gotico Duomo di Erfurt, risalente al ‘400, e la Chiesa di San Severo, costruita tra il ‘200 e il ‘400, sempre in stile gotico. Alla collina si arriva dalla Piazza del Duomo percorrendo una scalinata di 70 gradini.

Tempo libero per il pranzo e poi saliamo su una collina, più alta, dove si erge la Zitadelle Petersberg, la fortezza barocca di Petersberg, costruita tra il 1665 e il 1707. Si tratta di una delle più grandi fortezze d’Europa e anche una delle meglio conservate ed è costruita su una rete di cunicoli sotterranei, visitabili con un tour guidato. La fortezza è raggiungibile da diversi punti della città, ma l’accesso più suggestivo, nonché il principale, è il bel portale in pietra proprio alle spalle della Domplatz.

Pernottamento a Erfurt.


Giorno 14 In viaggio da Erfurt a Weimar e Berlino

Partiamo da Erfurt in direzione Berlino, ma ci fermiamo quasi subito per visitare Weimar, epicentro storico dell’Illuminismo tedesco, la città di Weimar è una tappa fondamentale per chiunque abbia una passione per la storia e la cultura di questo paese. Infatti, grandi intellettuali e artisti hanno vissuto e lavorato qui, da Goethe a Schiller, da Bach a Cranach, passando per Liszt, Nietzsche, Gropius, Herder, Feininger, Kandinsky … la città è un susseguirsi di rimandi e riferimenti a questi noti personaggi.

La successiva tappa sarà Lipsia, la città della Musica e la città più grande della Sassonia sin dal Medioevo è stata leader e pioniera nei campi più disparati, fiere e libri, musica e arte, caffè e cabaret, festival e sport. Una capitale culturale dove a ogni angolo par di sentir riecheggiare i passi di Leibniz, Bach, Goethe, Schiller, Hoffmann, Mendelssohn, Schumann, Liszt, Wagner, Grieg, Mahler, Nietzsche. 

Iniziamo la visita con il pranzo e poi  passeggiando senza meta per le piacevoli viuzze del centro storico, lungo e largo appena un chilometro, un nonnulla se si guarda all’espansione recente di una metropoli che oggi conta oltre mezzo milione di abitanti. Punto di orientamento centrale è la grande Marktplatz, la piazza del mercato dove si sviluppò la fortuna di Lipsia, specie dopo che nel 1165 ottenne da Ottone il Ricco il diritto di tenere mercato, e ancora più dopo che nel 1497 l’imperatore le riconobbe il privilegio di centro fieristico.

Nel tardo pomeriggio proseguiamo il viaggio per arrivare a Berlino in serata.


Giorno 15 Berlino

Iniziamo la visita guidata della capitale tedesca, partendo la splendida Alexanderplatz, il Reichstag, la sede del Parlamento tedesco con la sua famosa cupola di vetro, il Palazzo Bellevue, la Porta di Brandeburgo, Est Side Gallery, Checkpoint Charlie (ingresso al Museo incluso) e Potsdamer Platz, dove sosteremo al Sony Center per pranzare.

Nel pomeriggio proseguiamo la visita nella vivacissima Kurfürstendamm, tre chilometri e mezzo di negozi, teatri, bar, ristoranti, cinema e tanto altro, Kurfürstendamm (nella versione abbreviata Ku’damm) è il viale da passeggio più amato dai berlinesi. Collega Breitscheidplatz a Rathenauplatz, lì dove iniziano i quartieri delle ville dell’Ovest di Berlino, attraversando ben quattro quartieri, Charlottenburg, Grunewald, Halensee e Wilmersdorf.

Il Kurfürstendamm nasce con l’espansione fine ottocentesca di Berlino ed è pensato come boulevard della zona più ricca ed elegante della città, diventa quindi uno dei luoghi cittadini dedicati al commercio di lusso e poi un centro della vita culturale della capitale tedesca, con caffè letterari e gallerie d’arte ma anche teatri di varietà, ristoranti, circhi e sale da ballo, rendendolo una zona vivace e di fermento per tutto il XX secolo.

Terminiamo la giornata nel quartiere di Nikolaiviertel, vicino ad Alexandreplatz. E’ la più antica zona residenziale di Berlino. Con i suoi vicoli medievali e numerosi ristoranti e locali, è uno dei più amati punti di riferimento di Berlino. Nel Medioevo, su questo punto passava una via commerciale. Artigiani e commercianti si stabilirono all’incrocio tra il fiume e la via. Intorno all’anno 1200, venne ultimata la Chiesa St.Nikolai, una basilica in pietre gregge del tardo Romanico.

In serata rientro in hotel.


Giorno 16 Potsdam

Oggi visiteremo la città di Potsdam, capitale della regione del Brandeburgo, e in particolare il Palazzo e il Parco  Sanssouci  (ingresso incluso). E’ la Versailles Prussiana ed è stata inserito dall’Unesco nel 1990 come Patrimonio dell’Umanità.

Il Palazzo di Sanssouci (Schloss Sanssouci in tedesco) è l’ex residenza estiva di Federico Il Grande, re di Prussia. Il palazzo è stato progettato fra il 1745 e il 1747 per volere del Re, che voleva sfuggire alla caotica vita di Berlino. Il nome del palazzo suggerisce appunto questo, in francese “sans souci” significa “senza preoccupazioni”, uno stato d’animo ben rappresentato dal contesto in cui il Palazzo di Sanssouci è stato ideato, circondato da una serie di piacevoli giardini che ispirano un connubio e un’armonia fra uomo e natura.

Tempo libero per il pranzo e poi visita del centro storico di Potsdam, Brandenburger Strasse, via pedonale con numerosi negozi, gallerie e boutique. Potsdam è una città storicamente importante in quanto ospitò la Conferenza di Potsdam nell’agosto 1945, in cui gli alleati vittoriosi della seconda guerra mondiale si incontrarono per decidere come amministrare la Germania, che si era arresa incondizionatamente poche settimane prima.

Nel tardo pomeriggio rientro a Berlino.


Giorno 17 Berlino

La nostra seconda giornata a Berlino inizia con la visita a piedi del Mitte, il quartiere più animato e creativo di Berlino, ricco di Monumenti, Musei, ristoranti, bar e locali notturni. Ci muoveremo nelle prossimità dell’Alexandre Platz, partendo dalla elegante via Unter den Linden, proseguendo con l’Hackesche Höfe, un edificio storico composto da 8 cortili comunicanti. Il quartiere in cui si trova, noto come Scheunenviertel, è uno dei migliori centri di intrattenimento di Berlino, molto popolare sia tra gli abitanti del posto che tra i visitatori.

Proseguiamo la giornata andando a conoscere la Scheunenviertel, in italiano quartiere dei granai, una delle zone di Berlino più vecchie e più carismatiche. Girovagando senza meta per le sue strade si rimane sorpresi a ogni angolo, cortili rilassanti si alternano a chiassosi locali e a gallerie d’arte. Fontane, boutique, sale da ballo del XIX secolo e tutto questo nel raggio di appena un chilometro.

Pranzo e pomeriggio libero con l’opzioni di visita al Mausoleo Camp Sachsenhausen, un campo di concentramento nazista a Oranienburg, utilizzato principalmente per i prigionieri politici dal 1936 fino alla fine del Terzo Reich nel maggio 1945, o al Borgo di Spandau, un distretto che si trova a 10 chilometri ad ovest di Berlino, il quale in realtà è suddiviso a sua volta in quattro storici quartieri (Ortslagen): Altstadt Spandau (città vecchia), Neustadt Spandau (città Nuova, nella zona nord), Stresow (a est del fiume Havel) e Kolk-Spandau, o infine a Wannsee, una stupenda località appena fuori la città di Berlino, ricca di laghi, di isole e di boschi. Immerse nel verde, lussuose ville e tipici ristoranti


Giorno 18 Berlino, partenza

In orario opportuno trasferimento all’aeroporto e imbarco per la vostra prossima destinazione:

Amsterdam, Varsavia, Parigi, Londra, Monaco di Baviera, Roma, Mosca?



Cosa è incluso:

  • Pernottamento in struttura prescelta con servizio di colazione
  • Tutti i trasporti con mezzi pubblici e/o con mezzi privati 
  • Un accompagnatore per tutto il periodo e una guida locale ove previsto.
  • Le visite guidate
  • Gli ingressi e i biglietti previsti nel programma
  • L’assicurazione
  • Le tasse turistiche

Cosa non è incluso:

  • Le spese personali
  • I pranzi, le cene e le degustazioni se non esplicitamente incluse.
  • Tutto quello non espressamente incluso


Articolo successivo

Danimarca e Svezia