Il Borgo e la Fortezza di Dozza Imolese

Il Borgo e la Fortezza di Dozza Imolese

A pochi chilometri da Bologna,  un Borgo incantato e una fortezza imponente, tradizioni e sapori intensi, una giornata tutta da vivere



Cosa faremo

  • Incontro con la nostra guida nel vostro hotel.
  • Visiteremo il Borgo di Dozza Imolese e la sua Rocca
  • Sosta pranzo (libero)
  • Degustazione vini nell’Enoteca Regionale ER.
  • Rientro al vostro hotel


Dozza Imolese è uno dei più bei borghi d’Italia, lo incontriamo lasciando la via Emilia subito dopo Castel S. Pietro per inoltrarsi nelle colline imolesi a 30 km da Bologna, sulla valle del fiume Sellustra. L’identità di questo borgo assume tinte artistiche con le pitture che arredano il panorama dei vicoli e delle case, dando un tocco luminoso al paese che lo ha trasformato in una festa di colori a cielo aperto.

Appena si arriva veniamo accolti dalla maestosa bellezza della fortezza che sembra essere un tutt’uno con il resto del paese nella sua caratteristica forma a nave, chiuso fra le antiche mura della Rocca Sforzesca, costruita sulle rovine di antichi manieri del XIII secolo.

Ma lasciamo la Rocca per dopo, prima lasciatevi trasportare dalla bellezza colorata del borgo, ad ogni angolo un dipinto, ad ogni strada una sensazione, ad ogni piazza una sorpresa. Dozza, con le strade ancora in sasso e il profumo lento dello scorrere del tempo in armonia con la natura, le finestre che sembrano parlarci, francobolli murali che ci invitano al sorriso, murales che sembrano tutt’uno con le case. Tutt’intorno al borgo una bellissima passeggiata panoramica sulla Valle del Sellustra, la Via Sant’Anastasia.

E dopo tanto camminare ritorniamo alla Rocca, inizio e fine del borgo, varcando il ponte levatoio che ci porta a scoprire i piani nobili dove si possono ancora osservare gli arredi barocchi e rinascimentali e la sala delle armi. Sopra, i camminamenti sulle mura offrono panorami meravigliosi della pianura sottostante, Bologna da un lato, il mare dall’altro lato.

Scendiamo negli immensi e bellissimi sotterranei dove ha sede l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, uno scrigno prezioso di tutte le bellezze enologiche di questa regione. Qui possiamo degustare l’Albana, il vino tipico del territorio, il primo bianco a ricevere il marchio docg, e una selezione delle 800 e più etichette che formano la carta dei vini di questa enoteca, il tutto accompagnati dai prodotti della regione e da un sommelier.

A settembre, con cadenza biennale, viene organizzata una manifestazione “Il Muro Dipinto”  che accompagna i turisti in un viaggio fra storie e piccole magie fino alla Rocca sforzesca che abbraccia fisicamente e armoniosamente  il  paese  facendolo assomigliare ad una nave di cui lei, la Rocca è il Castello di Poppa o Cassero.

Nelle vicinanze: La Pieve di S. Lorenzo,  il duecentesco convento di Monte del Rè, oggi trasformato in Resort e il seicentesco Santuario Madonna del Calanco(i Calanchi, formazioni collinari tipiche della regione).



Cosa è incluso:

  • L’accompagnamento per tutto il giorno
  • Le visite guidate
  • I trasporti
  • La degustazione di vini all’Enoteca della Rocca.
  • L’assicurazione
  • Le tasse

Cosa non è incluso:

  • Tutto quello non esplicitamente incluso
  • Pranzo
  • Le spese di viaggio